Oggi la velocità serve, poco ma sicuro. Siamo costretti ad andare veloce in ogni momento della giornata e ci serve velocità, soprattutto quando navighiamo online, che sia da smartphone o da pc.

Per questo, quando la connessione internet è lenta, questo diventa un problema da risolvere subito. Vediamo quali sono i motivi per cui la nostra connessione può essere lenta e soprattutto quali sono le soluzioni per risolvere la cosa.

L’ABC: cosa compri quando fai un contratto con un operatore telefonico?

Partiamo dall’ABC: le basi che devi conoscere per capire perché la tua connessione è lenta. Innanzitutto, hai mai pensato a cosa effettivamente stai comprando quando stipuli un contratto per la connessione internet?

Sai benissimo cosa vuoi – ossia la connessione veloce al miglior prezzo – ma forse non sai quello che effettivamente stai comprando: la connessione che compri è il collegamento che va fisicamente (o via WiFi) dalla sede dell’azienda con cui stipuli il contratto fino alla centrale di zona di competenza per la tua sede, che si chiama Rete di Accesso.

Compri questo e nient’altro, a prescindere che si tratti di una connessione ADSL, Fibra, Fibra in misto rame o Wireless (WiFi).

Ma cosa succede durante questo percorso?

Come abbiamo detto, si tratta di un percorso fisico, che puoi tranquillamente immaginare come una strada: in questa strada non viaggi solo tu, attraverso la tua connessione, ma sei insieme a tanti altri, che come te hanno scelto quel percorso.

E come succede in qualsiasi strada, se sei da solo o siamo in pochi a fare la stessa strada si viaggia bene e si va veloce, ma se siamo in tanti – o tantissimi! – a viaggiare contemporaneamente nello stesso tratto ben presto il traffico subirà dei rallentamenti e potrebbero addirittura crearsi degli ingorghi.

Questa metafora ti spiega esattamente quello che succede alla connessione internet: il traffico dati occupa una quantità di banda ben precisa e la banda a disposizione per tutti non è infinita. Se nello stesso momento siamo in tanti a incidere sulla stessa banda, ci sarà necessariamente un rallentamento per tutti.

 Connessione lenta, come capire qual è il problema

Quando si scambiano dati in Rete e la connessione risulta lenta, le motivazioni possono essere le più disparate. Come fare, allora, per capire il perché di una connessione lenta?

Nel caso di connessione lenta il problema è generalmente riconducibile ad una o più delle seguenti cause:

  1. a) Effettuazione di download pesanti da parte degli altri client collegati alla rete locale.
  2. b) Effettuazione di upload pesanti anche da uno solo dei client connessi alla rete locale.
  3. c) Problema generalizzato o locale del provider Internet (congestione o problemi di routing).
  4. d) Problema di routing sulle dorsali Internet, ad esempio il seabone che collega l’Europa con gli Stati Uniti (in questi casi i siti stranieri “d’Oltreoceano” non risultano raggiungibili o si caricano lentamente).
  5. e) Problema sul server di destinazione.
  6. f) In caso di utilizzo di una connessione WiFi, segnale wireless debole e/o instabile.
  7. g) Portante ADSL/VDSL agganciata inferiore (talvolta anche significativamente) rispetto a quanto pubblicizzato nell’ambito dell’offerta commerciale.

Connessione lenta, come capire qual è il problema

Attenzione agli upload pesanti richiesti da qualunque dispositivo collegato alla rete locale

È importante evidenziare che anche un solo upload – seppur pesante e durevole nel tempo – posto in essere da un unico client collegato in rete locale, può essere tranquillamente in grado di “affossare” le performance dell’intera LAN, anche in download.

Dopo il completamento dell’upload pesante, le prestazioni di rete dovrebbero tornare quelle a cui si è abituati.

Durante il caricamento dei dati in Rete, invece, la connessione sarà lenta e la latenza potrebbe tranquillamente superare i 1.000-2.000 ms.

L’upload influisce sul download? Come velocizzare la connessione mentre si caricano file pesanti

L’utilizzo di applicazioni peer-to-peer, ad esempio, contribuisce a saturare la banda di rete disponibile, sia in upload che in download, facendo decrescere rapidamente le prestazioni della connessione Internet.

I dispositivi di rete più evoluti (router e switch) mettono a disposizione la funzionalità Quality of Service (QoS) che consente di ridurre automaticamente la banda disponibile ai dispositivi connessi in rete locale.

Si può ad esempio fare in modo che certi dispositivi, avvezzi a effettuare pesanti upload online, non possano impegnare tutta la banda in upstream disponibile.

La connessione lenta sarà così un ricordo grazie proprio alla riduzione dinamica della banda disponibile allorquando dovessero essere posti in essere trasferimenti dati non essenziali.

Connessione lenta: verificare sempre la banda disponibile

Quando la connessione è lenta, suggeriamo di controllare sempre la banda effettivamente a disposizione. A tal proposito, suggeriamo anche di provare il trasferimento di dati da server notoriamente veloci e performanti.

La soluzione?

Riguarda un attimo il tuo contratto: è chiaro che se hai sottoscritto un contratto con un prezzo molto conveniente per te – quindi molto basso – ti troverai a condividere la banda con molti altri che hanno fatto la tua stessa scelta, perché ovviamente il fornitore del servizio di connettività – per ottenere un giusto margine di guadagno – dovrà farvi viaggiare lungo lo stesso percorso, con le conseguenze che abbiamo descritto prima.

Questa scelta può ancora andare bene se stiamo parlando del contratto che hai stipulato per la tua abitazione, dove si presuppone che il traffico dati in media non sia eccessivo, ma può essere completamente inadeguata se parliamo della connessione internet della tua azienda: in quel caso non puoi proprio permetterti una connessione aziendale lenta o non performante!