Dal primo Lockdown, tutti inevitabilmente ne parlano e tutti inevitabilmente lo cercano. Le connessioni senza fili sono il cuore del lavoro e dello studio da remoto. Un cuore messo sotto stress, in questo periodo proprio da ritmi di crescita e aspettative oltre ogni livello.

Non poteva essere altrimenti: studenti, manager, intere imprese oggi dipendono dalla qualità del wi-fi. Ecco perché fare ordine a questo punto diventa fondamentale e, soprattutto, utile per orientarsi ed evitare brutte soprese.

Wi-Fi cos’è, andiamo con ordine

Intanto una definizione di massima che male non fa, anzi. Il Wi-Fi è una tecnologia di rete wireless che consente a dispositivi come computer (laptop e desktop), dispositivi mobili (smartphone e dispositivi indossabili) e altre apparecchiature (stampanti e videocamere) di interfacciarsi con Internet. Permette a questi dispositivi – e molti altri – di scambiarsi informazioni tra loro, creando una rete.

La connettività Internet avviene tramite un router wireless. Quando si accede al Wi-Fi, ci si connette a un router wireless che consente ai dispositivi compatibili Wi-Fi di interfacciarsi con Internet.

Cosa significa Wi-Fi?

Contrariamente e quanto dicono in molti e vanno professando da tempo Wi-Fi non è un acronimo e non è una abbreviazione di Wireless Fidelity… Si tratta più semplicemente di un marchio creato da una società di marketing che intende fungere da sigillo e aggregatore per tutte le iniziative legate alla connettività senza fili e che consente l’uso del termine Wi-Fi Certified ai soli prodotti che completano con successo i test di certificazione di interoperabilità.

Come funziona il Wi-Fi?

Dal punto di vista tecnico, lo standard IEEE 802.11 definisce i protocolli che consentono le comunicazioni con gli attuali dispositivi wireless abilitati Wi-Fi, inclusi router wireless e punti di accesso wireless. I punti di accesso wireless supportano diversi standard IEEE.

Ogni standard è un emendamento che è stato ratificato nel tempo. Gli standard funzionano su frequenze diverse, offrono una larghezza di banda diversa e supportano un numero diverso di canali.

Che cos’è un access point wireless?

Un access point wireless (AP) consente ai dispositivi wireless di connettersi alla rete wireless. Avere una rete wireless rende facile portare online nuovi dispositivi e offre supporto flessibile ai lavoratori mobili.

Quello che fa un access point wireless per la tua rete è simile a quello che fa un amplificatore per il tuo stereo di casa. Un punto di accesso prende la larghezza di banda proveniente da un router e la estende in modo che molti dispositivi possano accedere alla rete da distanze più lontane. Ma un punto di accesso wireless fa molto di più che estendere semplicemente il Wi-Fi. Può anche fornire dati utili sui dispositivi in ​​rete, fornire sicurezza proattiva e servire molti altri scopi pratici.

Che cos’è un router wireless?

I router wireless si trovano comunemente nelle case. Sono i dispositivi hardware utilizzati dai provider di servizi Internet per collegarti alla loro rete Internet via cavo o xDSL.

Un router wireless viene talvolta definito dispositivo WLAN (Wireless Local Area Network). Una rete wireless è anche chiamata rete Wi-Fi.

Un router wireless combina le funzioni di rete di un punto di accesso wireless e un router.

Che cos’è un router Wi-Fi desktop?

Il modo più comune per gli utenti di connettersi a Internet in modalità wireless è con un router wireless desktop (Wi-Fi). Questi router sembrano piccole scatole con più antenne corte per aiutare a trasmettere il segnale in una casa o sul posto di lavoro. Più un utente è lontano dal router Wi-Fi di base, più debole è il segnale. Quindi più router wireless, chiamati range extender, di solito sono collocati in tutta l’area di lavoro. Gli extender Wi-Fi, collocati in un array, aumentano o estendono la copertura Internet.

Che cos’è un hotspot mobile?

Un hotspot mobile è una funzionalità comune sugli smartphone con connessioni sia legate che libere. Quando accendi l’hotspot mobile del telefono, condividi la tua connessione di rete wireless con altri dispositivi che possono quindi accedere a Internet.

Cos’è l’hotspot Wi-Fi portatile?

Un hotspot Wi-Fi portatile è un hotspot mobile ottenuto tramite un gestore di telefonia cellulare. È un piccolo dispositivo che utilizza torri cellulari che trasmettono segnali a banda larga 3G o 4G ad alta velocità. Più dispositivi, come iPad e laptop, possono quindi connettersi in modalità wireless al dispositivo, che a sua volta si connette perfettamente a Internet ovunque tu viaggi. Simile a un telefono cellulare, il costo mensile dell’hotspot portatile si basa sul piano di utilizzo dei dati selezionato. Un hotspot Wi-Fi portatile è un modo più affidabile per accedere a Internet rispetto alla ricerca di hotspot Wi-Fi pubblici statici.

Adesso che sapete tutto sul wifi, non vi resta che scegliere la migliore opzione in base alle vostre esigenze.

Noi di Ultimomiglio.net, forniamo, installiamo e configuriamo i dispositivi più adatti a voi, sia per un ambiente domestico che per una PMI.